Fare soldi con le App per smartphone

Oggi è possibile guadagnare soldi online sfruttando le applicazioni per dispositivi mobili, le quali vengono utilizzate da tutti coloro che hanno un dispositivo mobile. Ecco come procedere per guadagnare con le app in maniera costante.

Come si può guadagnare con le applicazioni per dispositivi mobili

Sono quattro i metodi che consentono di guadagnare con le app Android, iOS e quelle per Windowss Phone ed il primo di questi consiste nell’inserire nei vari store l’applicazione stessa, la quale potrà essere scaricata dopo l’acquisto, il quale deve essere caratterizzato da una spesa di pochi euro, dettaglio che invoglia gli utenti ad effettuare il download per sfruttare quel programma.

Le app per guadagnare sono anche quelle che offrono una parte dei servizi in modo gratuito lasciando quelli maggiormente professionali, ovvero funzioni tecniche maggiormente specifiche, nella versione Premium dello stesso programma, la quale verrà acquistata da coloro che sono appunto alla ricerca di quell’aggiunta utile ricercata dallo stesso utente.

Sfruttare poi le inserzioni pubblicitarie nelle app, inserite dietro il compenso stabilito con il network che ci fornisce le inserzioni fotografiche o video, rappresenta il terzo metodo di guadagno che si può conseguire sfruttando le applicazioni per dispositivi mobili.

Infine occorre parlare delle provvigioni stabilite col metodo CPA (detto anche vendita in affiliazione): se un utente effettua il download di quell’applicazione sponsorizzata partendo dal video o inserzione presente nell’applicazione che si utilizza in quel momento, l’affiliato otterrà una percentuale sull’eventuale acquisto di quel programma o prodotto.

I vantaggi del guadagno con le app

Esempio di inserzione all’interno di un’app

I vantaggi che si ottengono sfruttando questo metodo sono diversi: in primo luogo si parla di una rendita automatica che può diventare un vero e proprio reddito passivo dato che se l’applicazione ha ottenuto un buon risultato iniziale, questo potrà migliorare col passare del tempo visto il passaparola tra utenti che hanno acquistato quel programma e quelli che ancora non hanno svolto tale operazione.

Si parla quindi anche di grande visibilità come conseguenza del successo dell’applicazione per smartphone: lo sviluppatore o azienda che ha creato un’app per dispositivi mobili che ha raccolto molti utilizzatori non passerà di certo inosservato, e grazie al successo ottenuto dall’applicazionee potrebbe divenire famoso sul vasto mondo del web.

Inoltre creare applicazioni che fanno guadagnare è un tipo di operazione semplice dato che basta analizzare ciò che vogliono gli utenti e consegnarglielo sfruttando appunto l’applicazione mobile sviluppata su misura per quel target di riferimento.

Gli svantaggi e difficoltà del guadagnare con le app

Ci sono anche diversi svantaggi che caratterizzano questo metodo per guadagnare soldi online come, ad esempio, il rischio di creare un contenuto a pagamento che possegga delle funzioni che invece sono gratuite in altre applicazioni.

Guadagnare con le app diviene maggiormente difficoltoso se poi manca il fattore originalità, visto che gli utenti potrebbero identificare quel programma per dispositivi mobili come semplice copia di altri già divenuti famosi.

La mancanza di diverse funzioni nell’applicazione, così come la difficoltà nel riuscire a svilupparla, sono degli svantaggi da non sottovalutare e che potrebbero limitare parecchio il profitto ottenuto sfruttando questo mezzo di guadagno.

Inoltre le app per guadagnare, realizzate appositamente per un target specifico, potrebbero essere divenute obsolete, visto che i trend online sono oggetto di un cambiamento costante e repentino.

Cosa occorre per creare applicazioni che fanno guadagnare

Banner pubblicitario

Per guadagnare con le app Android e non solo occorre conoscere quelle che sono le esigenze degli utenti in modo tale che l’applicazione possa rispondere prontamente ad una loro domanda e permetta agli stessi di poter facilmente risolvere delle problematiche sfruttando quel programma.

Ovviamente occorre conoscere il codice di programmazione che consente lo sviluppo del programma senza che questo sia afflitto da bug ed errori di altro genere.

Occorre inoltre testare l’applicazione sfruttando i beta tester, ovvero utenti che provano in anteprima l’applcazione e che hanno lo scopo di identificare i diversi errori riscontrati durante l’utilizzo dello stesso programma.

Inoltre bisogna anche pubblicizzare l’applicazione in modo tale che questa possa essere conosciuta dal target di riferimento e possa quindi essere acquistata e scaricata sui dispositivi mobili.

Che ne pensi? Lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *