PRESTITI Veloci & Sicuri: la guida per non sbagliare!

Può capitare almeno una volta nella vita di dover ricorrere a prestiti privati per poter comprare un bene mobile o immobile. Il mondo dei prestiti è davvero ampio e ci sono tantissime tipologie a cui affidarsi per ottenere il finanziamento. Bisogna ovviamente sapersi muovere all’interno di questo mondo, in modo da capire quale sia il prestito adatto alle proprie esigenze. La richiesta di denaro ai vari istituti di credito ha portato ad uno sviluppo delle misure personalizzate, adatte ad ogni tipo di cliente. In questo modo si può ottenere la somma che si desidera senza dover poi districarsi tra i vari cavilli burocratici.

Stai cercando un prestito ma non hai tempo di leggere tutto l’articolo? A questa pagina trovi il modulo per fare subito una richiesta, gratuita, per l’importo che desideri > Vai al modulo

Il prestito ottenuto va restituito versando una rata mensile, che viene calcolata in base alla durata contrattuale del finanziamento: bisogna sommare la cifra ottenuta moltiplicando il tasso di interesse e non dimenticarsi di aggiungere le varie commissioni. Ci sono anche tanti strumenti per poter fare il calcolo prestito in maniera semplice e veloce. Ovviamente l’istituto di credito che deciderà di erogare il prestito sceglierà la cifra massima e vi consiglierà la rata, in base ovviamente alle garanzie che potrete dare. Tante tipologie, tanti modi per poter richiedere il vostro prestito di denaro: ecco tutto quello che c’è da sapere.

Le tipologie di prestiti

Ci sono tantissime tipologie di finanziamento a cui poter accedere, ma bisogna comunque fare delle distinzioni. Ci sono prestiti dipendenti o prestiti a lavoratori autonomi, che fanno capire già la differenza tra due categorie di lavoratori che richiedono la liquidità. Oppure prestiti a dipendenti pubblici, che vengono concessi solamente a chi opera nella pubblica amministrazione, con tassi agevolati e condizioni diverse dai prestiti bancari.

prestiti-onlineCi sono anche prestiti aziendali, che possono servire ad una determinata società per poter cercare di sanare la propria situazione o per rimpolpare le casse dopo un investimento a lungo termine. I più giovani ad esempio cercano prestiti senza busta paga, in quanto il mondo del lavoro attualmente non consente di avere un contratto in grado di garantire un finanziamento, cospicuo o meno che sia. Rimanendo nel mondo delle start up, negli ultimi anni abbiamo visto nascere molte soluzioni di prestiti ai giovani imprenditori: un modo diverso per poter agevolare l’avvio del proprio progetto.

Ma anche il prestito giovanile e il prestito d’onore, strumenti utili per gli studenti che vogliono dedicarsi a tempo pieno agli studi. Sono tante dunque le misure e gli strumenti messi a disposizione per poter ovviare alla mancanza di liquidità e ricevere dunque prestiti veloci e immediati; ma non dobbiamo considerare solamente la parte più giovane della nostra popolazione.

Con il passare del tempo anche tantissimi anziani non riescono ad arrivare a fine mese e dunque anche i prestiti a pensionati hanno preso piede nei sistemi economici nazionali. Con l’avvento e lo sviluppo esponenziale di internet, abbiamo visto svilupparsi anche prestiti online e prestiti in 24 ore: la velocità dei prestiti web hanno accelerato di molto le richieste, portando ad una serie infinita di opzioni e possibilità per l’utente.

Prendiamo ad esempio i prestiti tra privati, ovvero una forma di finanziamento tra cittadini intermediaria da operatori del settore specializzati. Stiamo parlando di prestiti tra privati seri, che ovviamente danno ulteriori garanzie. Un modo diverso per poter far accedere ad un finanziamento anche chi non può più: spesso infatti chi non ha un buon feedback (in termine tecnico cattivo pagatore o protestato), rischia di non poter accedere. Le nuove misure hanno però permesso di erogare prestiti a cattivi pagatori o protestati: prima della digitalizzazione si potevano pagare le rate tramite bollettini postali e anche il ritardo di una rata (spesso di pochi giorni), rischiava di far entrare nel registro dei protestati il cliente.

Negli ultimi anni sono frequenti anche prestiti senza busta paga o prestiti senza garanzie: le troppe restrizioni avevano portato ad un vero e proprio blocco del mercato. Ci sono comunque moltissime modalità, come i prestiti con cessione del quinto, che prevedono una quota pari ad un quinto del proprio stipendio. Un mondo incredibilmente vasto, con tantissime soluzioni da poter sviluppare, come ad esempio prestiti a fondo perduto o prestiti a disoccupati: un modo per poter permettere a tutti di accedere ad un finanziamento e rateizzare una cifra che nella maggior parte dei casi non può essere spesa.

La velocità e la praticità sono anche sinonimo di cifre relativamente basse: negli ultimi periodi si sono sviluppate richieste di prestito 1000 euro, oppure domande di prestito 2000 euro. Spesso questi prestiti veloci hanno una soglia minima e massima, in modo già da individuare un target ben preciso. Si arriva solitamente ad un prestito 15000 euro per una soglia massima, dopodiché bisogna affidarsi a misure bancarie diverse, come ad esempio mutui o prestiti aziendali, che permettono l’accesso a risorse maggiori.

Ovviamente in questo caso bisogna dare delle garanzie diverse e cospicue rispetto a quelle che deve presentare un cittadino privato. Anche gli istituti pubblici hanno iniziato ad erogare somme o prestiti a tasso zero per i loro clienti: un esempio che ci viene subito in mente è quello di Poste Italiane, che ha sviluppato moltissimi pacchetti su misura. Prestito Poste racchiude diverse tipologie di finanziamento, che possono agevolare anche i più giovani: il prestito giovanile, come già detto, è una richiesta che aumenta giorno dopo giorno, soprattutto per via del difficile inserimento nel mondo del lavoro.

Un altro esempio pratico riguardante gli enti pubblici riguarda l’ Istituto nazionale di previdenza sociale: i prestiti INPS hanno subito una vera e propria impennata in questo periodo, sopratutto per la richiesta di prestiti a pensionati da parte delle stesse famiglie. Non dimentichiamo anche i prestiti INPDAP, di cui possono usufruire solamente gli addetti della pubblica amministrazione: i prestiti dipendenti pubblici stanno aumentando vertiginosamente proprio per via dei loro tassi agevolati e per una rateizzazione diversa rispetto a molti finanziamenti.

L’ ultima, e ulteriore, distinzione tra i prestiti, riguarda la tipologia della rateizzazione. Spesso infatti si parla di prestiti con cessione del quinto: in poche parole la rata non si sceglie in base alla durata, ma avviene il contrario. Il cliente sceglie appunto dei prestiti quinto dello stipendio quando vuole velocizzare il più possibile la risoluzione. Se si chiede ad esempio un prestito 15000 euro e si ha uno stipendio di 1500 euro, si deciderà di stabilire una rata di 300 euro. In questo modo il prestito durerà circa 50 rate, che ovviamente variano in base ai tassi di interesse.

Ma esistono anche i prestiti cambializzati, in cui ci si impegna a firmare un numero di cambiali pari al numero delle rate che si dovranno pagare per rimborsarlo. Questi prestiti con cambiali sono ovviamente un particolare tipo di finanziamento, che possono rientrare nell’ampia categoria di prestiti con garante: in questo caso non si parla di cifre basse, ma di liquidità che comunque superano una determinata soglia. Sarà infatti più semplice ricevere un prestito da 2000 euro senza dover portare moltissime garanzie.

Inoltre, oltre i prestiti quinto dello stipendio o prestiti cambializzati, dobbiamo porre l’accento sui prestiti ipotecari: dal 2005 si è introdotta questa nuova misura nel nostro paese, che prevede un finanziamento agli anziani che hanno superato i 65 anni d’età (in questo caso si rientra nella cerchia prestiti pensionati in più dei casi), ma con l’ipoteca su un bene immobile. Una misura che però non sembra aver raggiunto il proprio obiettivo, in quanto molti evitano di chiedere i prestiti ipotecari per il peso specifico della garanzia da dare.

Da non dimenticare anche il consolidamento debiti, che riguarda un prestito davvero particolare: infatti spesso si chiede un finanziamento cospicuo per poter accorpare in un’unica rata i propri prestiti. Anche in questo caso si rientra (in molte situazioni) nella cerchia prestiti per pensionati, in modo da poter estinguere il prima possibile i propri finanziamenti. Il consolidamento debiti è sicuramente uno strumento diverso ma comunque molto richiesto per poter evitare un dilungamento della rateizzazione.

Dai prestiti tra persone ai prestiti a cattivi pagatori, passando anche per prestiti a disoccupati: un mondo davvero ampio a cui tutti i clienti possono accedere. Entriamo ora nello specifico ricordando inoltre le varie categorie di lavoratori che possono accedere a diversi tipi di finanziamenti e prestiti a seconda della propria situazione lavorativa: anche in questo caso si spazia dai prestiti dipendenti fino ai prestiti lavoratori autonomi: un mondo davvero vasto che ci permette di scegliere il finanziamento in base alle nostre esigenze.

Prestiti online e prestiti presso istituti di credito: qual è la differenza?

Come abbiamo visto ci sono moltissimi tipi di finanziamento, che permettono a tutti di poter accedere alla propria richiesta. Nell’ultimo periodo prestito offerte sembra essere una delle parole più cercate sul web. Si cerca infatti di trovare la soluzione migliore, magari evitando di accendere un prestito con garante e cercando sempre più prestiti senza garanzie.

Ovviamente c’è chi preferisce il classico metodo presso gli istituti di credito, ma anche quest’ultimi hanno sviluppato degli strumenti per poter richiedere finanziamenti online. Ad esempio le soluzioni di prestito da Unicredit permette davvero a tutti di accedere ad una serie di misure agevolate. Ma non dimentichiamo anche prestiti Agos o prestiti Compass, con altri istituti di credito che cercando di rimanere al passo con i tempi (su tutti i prestiti e finanziamenti Findomestic).

Ma quali sono le vere differenze tra questi due strumenti? Quale prestito online conviene? Ci si può fidare dei prestiti online veloci?

Le domande da porsi sono tantissime, anche perché la maggiore offerta presente porta a volte a troppa confusione. Di solito i prestiti online sono scelti per la loro semplicità e per la loro velocità: parliamo di prestiti 1000 euro o prestiti in 24 ore, tutti strumenti che vengono richiesti da chi ha urgente bisogno di richiedere una somma di denaro. Molti istituti infatti abbattono i costi di intermediazione erogando piccole somme direttamente tramite richieste via web, da perfezionare successivamente con un operatore di settore specializzato.

Nella maggior parte dei casi non si può ovviamente pretendere di richiedere finanziamenti on line di grande valore, come ad esempio prestiti a fondo perduto, o prestiti con cambiali, ma si possono sicuramente chiedere finanziamenti online e prestiti privati in modo pratico e veloce.

I vantaggi principali dei finanziamenti on line sono ovviamente la velocità e la praticità, contando anche strumenti utili come calcolo prestito (che vi permette di capire quanto ammonterà la vostra rata) o strumenti di confronto per capire meglio quelli adatti alle vostre esigenze (come ad esempio simulazione di prestiti online o prestiti tra privati online).

Per quanto riguarda i classici metodi, ricordiamo che si può accedere ad una vasta gamma di offerte: un consulente potrà di persona calcolare ed inserire i dati per farci capire meglio quale sia il prestito su misura per noi. Ovviamente non si potranno richiedere liquidità in modo veloce, come ad esempio prestiti quinto dello stipendio veloci o prestiti urgenti cambializzati, ma si potrà comunque cercare di avere prestiti agevolati e con moltissime opzioni, come ad esempio prestiti a tasso zero o prestiti per protestati. Con un consulente potrete sicuramente avere un quadro generale più completo. Inoltre molti istituti di credito hanno messo a disposizione un’ ampia offerta online: i prestiti Unicredit o i prestiti online Compass mettono a disposizione dell’utente cifre interessanti e usufruibili sin da subito: in ogni caso gli svantaggi e i vantaggi si compensano in base alle esigenze che ognuno presenta.

Qual è il prestito migliore per te e come fare per ottenerlo con facilità

Come già detto, ogni finanziamento varia in base alle proprie esigenze. Se siete un dipendente pubblico le soluzioni prestiti INPDAP sono le migliori: potrete chiedere la liquidità tramite l’ente di competenza con tassi agevolati e su misura. Nel caso siete dei pensionati o dipendenti pubblici, potete chiedere dei prestiti INPS: in questo caso l’ente nazionale di previdenza sociale vi aiuterà a gestire al meglio i vostri finanziamenti e potrete chiedere ad esempio anche dei prestiti quinto dello stipendio veloci e sicuramente più pratici, così come anche i prestiti con pignoramento del quinto della pensione.

Anche in questo caso basta recarsi presso l’ente, prendendo un appuntamento telefonico. Se invece siete giovani studenti, potrete chiedere prestiti d’onore, su misura per gli universitari: vi sarà dato un periodo di ammortamento per poter entrare a far parte del mondo del lavoro. In questo caso bisogna recarsi nell’ istituto di credito per cercare di fornire tutta la documentazione corretta. Non dimentichiamo nemmeno il servizio delle Poste e telecomunicazioni italiane: il prestito da parte di Poste Italiane è sicuramente uno strumento facile da chiedere e che potrete chiedere in qualsiasi ufficio adibito sul territorio nazionale.

Prestiti a studenti universitari, o anche prestiti d’onore

Nel caso invece cerchiate prestiti disoccupati o prestiti senza reddito, sarebbe il caso di affidarvi a servizi di prestiti web: in questo modo avrete a disposizione qualsiasi strumento utile per poter gestire la vostra richiesta e avere prestiti immediati. Ricordiamo infatti che sul web è più facile poter usufruire di prestiti online veloci e in grado di soddisfare le vostre richieste. Inoltre il mondo di internet cerca sempre di rimanere aggiornato alle esigenze che ogni singolo cliente presenta. Non è mai semplice soddisfare le richieste e dunque gli istituti eroganti finanziamenti cercano costantemente di aggiornare la propria offerta, mettendo a disposizione strumenti intuitivi e di facile comprensione (ad esempio il servizio di simulazione di un prestito online).

I prestiti online disoccupati possono aiutare chi è alla ricerca di prestiti senza reddito: in momenti difficili si può ricorrere alla richiesta di cifre di denaro in grado di aiutarci a rimetterci in gioco. Un licenziamento imprevisto ed una spesa fuori budget può portare alla disperazione. Ma con le nuove misure si può ovviamente arrivare ovunque. Per chi cerca prestiti disoccupati o prestiti a protestati può dunque evitare i classici canali istituiti dalle banche.

Come già evidenziato in precedenza, i nuovi prestiti tra privati possono essere una soluzione alternativa per chi non ha la possibilità di fornire garanzie massicce e richieste come da protocollo. I Prestiti tra persone riguardano ovviamente due privati, con il primo che mette a disposizione delle risorse per il secondo, il tutto sotto la supervisione di un consulente esperto in grado di presentare prestiti agevolati.

In questo modo si facilitano i prestiti tra privati seri, che fugano ogni dubbio su questo nuovo metodo di richiedere un finanziamento. C’è anche la possibilità di chiedere prestiti per disoccupati: chi non ha la garanzia del lavoro e magari ha bisogno di liquidità, può ovviamente optare per un prestito online, da poter richiedere anche telefonicamente. Basta inviare la propria scheda anagrafica e la propria richiesta: una volta inoltrata verrete ricontattati e potrete usufruire dei prestiti agevolati.

Nel caso non riusciate a trovare prestiti a protestati potrete sempre optare per prestiti tra privati on line. In questo modo potrete avere a disposizione quest’ ultimo, ma non per ordine di importanza le richieste di prestiti per giovani imprenditori: in questo caso bisogna avere delle garanzie tali da poter accedere a determinati finanziamenti, che ovviamente cambiano anche in base alla grandezza della somma richiesta. In questo caso le procedure di richiesta sono differenti: bisogna portare un business plan plausibile e definitivo, in modo da dare il giusto valore alla vostra richiesta di prestito.

Ci sono tantissime soluzioni in grado da poter soddisfare ogni richiesta, ma ovviamente ognuna di esse ha un procedimento ben delineato per quello che concerne la richiesta. Se si tratta di un prestito online, basta compilare i campi richiesti. In questo modo riuscirete ad avere un prestito veloce di cui potrete usufruire in tempi rapidi. Nel caso vogliate una cifra più consistente, verrete comunque ricontattati telefonicamente da un operatore, che vi chiederà ulteriori accertamenti.

La praticità è ovviamente sinonimo di piccole somme o di condizioni del richiedente particolari. Se invece vorrete una consulenza specializzata e in grado di soddisfare le vostre richieste, recatevi nell’istituto scelto. In questo modo verrete affiancati da un professionista del settore in grado di proporvi un’ampia offerta di servizi: ogni situazione è personale e quando si tratta di prestiti bisogna sempre fare attenzione ai minimi dettagli. In questo modo capirete al meglio quali saranno le vostre esigenze e potrete misuravi con professionisti in grado di saper consigliare le mosse giuste da fare. Solo in questo modo potrete scegliere il prestito adatto alle vostre esigenze.

Che ne pensi? Lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *