Come fare soldi in poco tempo

Dopo aver parlato di come fare soldi velocemente, oggi voglio dare un’accezione leggermente diversa all’argomento.

Se “fare soldi velocemente” viene inteso spesso come un arricchimento che avviene in un periodo ristretto di tempo, chi si informa su come fare soldi in poco tempo è spesso più interessato non tanto a diventare ricco ma a intascare un po’ di liquidità nel più breve tempo possibile.

Per questo motivo, in questo articolo parleremo di come fare soldi ma non ci soffermeremo ad analizzare strategie di business più o meno complesse e lungimiranti. Se ti interessa fare soldi in poco tempo mettendo in piedi un business vero e proprio puoi valutare alcune delle idee per fare soldi che abbiamo trattato in questo articolo: come fare soldi velocemente.

Fare soldi in poco tempo

Non serve fare i finti ipocriti o i “perfettini” della situazione. Capita a tutti prima o poi: alle aziende ed ai privati. E ti dirò di più, quando capita ai privati è più probabile che succeda a gente benestante che a persone che hanno sempre vissuto nella povertà.poco-tempo-soldi

Il fatto di rimanere a corto di liquidità, infatti, significa che nella quasi totalità dei casi qualcosa è andato storto nella gestione finanziaria della persona che si trova a tamponare l’emergenza.

Si tratta spesso di spese impreviste o di mancati incassi che sono saltati da un momento all’altro.

Chi è nato povero, cioè abituato a risparmiare ed a vivere con parsimonia, invece, raramente si troverà in questa situazione. Questo tipo di background infatti, votato al conservativismo piuttosto che al benessere, abitua chi lo vive a accantonare il più possibile, e fare rinunce, in vista di un futuro incerto.

Ma veniamo al dunque. Chi ha bisogno di fare soldi in poco tempo deve agire il più presto possibile ed incassare un po’ di soldi velocemente.

Come fare soldi in poco tempo: trasformare il patrimonio in liquidità

Per scrivere questo articolo che parla di come fare soldi in poco tempo, parto da un presupposto: cioè che, chi sta leggendo questo articolo, ha bisogno di fare soldi in poco tempo ma non è un barbone. Questo significa che tu, o la persona per cui ti stai informando, hai sicuramente degli oggetti o dei valori da poter scambiare in cambio di soldi.

So già cosa stai pensando: non mi serve leggere un blog per imparare a vendere i miei oggetti usati in cambio di soldi!

È qui che molti si sbagliano. Murdock diceva che “l’affare lo fai quando compri”, ma è anche vero che, aggiungo io, “le perdite le fai quando vendi”.

Cosa significa? Significa che anche vendere una cosa piuttosto che l’altra può fare la differenza. È vero che magari mentre stai leggendo sei nel bel mezzo di un’emergenza di liquidi, ma è anche vero che bisogna sempre essere lucidi e ragionevoli.

Quindi, ritornando al nostro discorso su come fare soldi in poco tempo, ecco un piccolo vademecum da seguire quando stai vendendo qualcosa.

Il valore delle cose oscilla

Tutti sappiamo che, quando acquistiamo un oggetto nuovo, a meno che per una serie di coincidenze diventi un oggetto da collezionismo, continuerà a svalutarsi nel tempo.

Se comperiamo un’auto a 20.000€, dopo 6 mesi ne varrà magari 16.000 o 17.000.

Se comperiamo un cellulare di fascia bassa a 300€, dopo un anno si sarà svalutato del 50%. Se invece acquistiamo un iPhone, dopo un anno avrà perso solo il 30% del suo valore. In ogni caso, tutti i nostri oggetti, se venduti di seconda mano, ci fanno incassare meno soldi di quelli che abbiamo speso per acquistarli in origine.

Alcuni oggetti si svalutano in fretta, altri invece mantengono il valore.

Non analizzeremo i fattori che fanno aumentare o diminuire il valore di ogni cosa possediamo. Quello che dobbiamo tenere ben presente se abbiamo bisogno di fare soldi in poco tempo, però, è che nel momento in cui decideremo di vendere qualcosa dobbiamo usare il cervello.

Cosa significa? Significa che bisogna partire vendendo quelle cose (oggetti, possedimenti o più genericamente asset) che al momento ci faranno perdere meno soldi.

Questo significa che, probabilmente, se vogliamo fare soldi in poco tempo è meglio vendere quegli oggetti che hanno tenuto meglio il valore da quando li abbiamo acquistati, ad esempio: oggetti di lusso, gioielli, orologi, certi tipi di immobili, oggetti d’arte o da collezionismo, eccetera.

Solo per ultimi, come “ultima spiaggia” dobbiamo vendere l’auto, i computer ed in generale tutto quell’insieme di articoli che nel frattempo hanno perso la parte più grossa del loro valore.

Una riflessione importante su come fare soldi in poco tempo

Tra i possedimenti, o meglio, “asset” che possiamo vendere per avere liquidità nel giro di pochi giorni, rientrano anche tutti gli investimenti finanziari (fondi, titoli, azioni, certificati, eccetera) che potremmo aver acquistato negli anni.

Tutto questo genere di patrimoni, appunto perchè sono investimenti, sono particolarmente soggetti a fluttuazioni di mercato piuttosto repentine e marcate, sia in positivo che in negativo. In questa categoria di oggetti, rientrano anche quelli il cui valore è legato ad un componente finanziario, come per esempio i gioielli. Il valore di una collana, o di un anello, infatti non dipende tanto dal modello di cui si tratta ma puramente dalla quotazione dell’oro (o di qualsiasi altro prezioso) al momento della vendita.

Per questo motivo quado si tratta di questo genere di possedimenti, devono valere, ancora di più, i principi spiegati al capitolo precedente sul tempismo con cui vendere oggetti ed assets in relazione al loro valore di mercato e relativo andamento.

Fare soldi in poco tempo senza dover vendere nulla

Per finire in bellezza l’articolo ti voglio lasciare con una chicca che è più una “ciliegina sulla torta” che un consiglio applicabile in larga scala.

Abbiamo detto che una delle strategie migliori per fare soldi in poco tempo è vendere un investimento NON in perdita. Questo significa che, al momento in cui lo vendiamo, il valore totale del nostro accantonamento sarà maggiore o uguale dell’investimento iniziale che abbiamo fatto per ottenerlo indipendentemente dall’andamento che ha al momento.

Questo significa che il nostro investimento finanziario potrà essere in una fase di “down” ma comunque avere ancora un valore superiore a quello iniziale.

Allo stesso modo, può anche essere che stia attraversando una fase di ripida scalata verso valori molto alti. In questo caso, per quanto abbiamo bisogno di fare soldi in poco tempo, sarebbe molto sconveniente e stupido vendere un investimento che sta registrando un’elevata crescita.

La soluzione migliore, in questi casi, è di tamponare l’emergenza accendendo un prestito che abbia come garanzia questo stesso investimento.

Perchè è la soluzione migliore? In questo modo prendi due piccioni con una fava o, per dirla alla borghese, hai la botte piena e la moglie ubriaca.

Infatti, accendendo un finanziamento che ti da un po’ di soldi in poco tempo risolve il tuo problema in cambio di un determinato tasso d’interesse che cambierà in base all’andamento dell’economia nel momento in cui lo richiedi. Allo stesso tempo però, l’investimento che darai alla banca come garanzia starà avendo un rendimento molto buono, quindi probabilmente sarà, se non maggiore, uguale allo stesso tasso di interesse che pagherai in cambio del finanziamento.

In questo modo, appena avrai di nuovo disponibilità sufficiente a estinguere il prestito, ti ritroverai con il pieno possesso del tuo ottimo investimento che altrimenti avresti potuto perdere per sempre.

Nel peggiore dei casi, cioè che tu non riesca a ripagare il prestito, ti pignoreranno l’investimento in questione di cui avresti comunque dovuto privarti se non avessi messo in pratica questo stratagemma!